Nutrizione artificiale: per la legge è una terapia rifiutabile e non più un atto dovuto.

Dopo tante battaglie, dal 14 dicembre il bio-testamento, ovvero la dichiarazione anticipata – fatta in un momento in cui si è ancora capaci di intendere e volere – su quali trattamenti sanitari si intenderanno accettare o rifiutare nel momento in cui subentrerà un’incapacità mentale, è legge. Su questo argomento, difficile da comunicare per le sue

La parola del giorno in medicina: ANTIBIOTICO-RESISTENZA

Antibiotico [ing. antibiotic]. Dal greco biotikos, vitale. Il significato della parola vuol dire letteralmente “contro la vita”. Negli ultimi anni si parla molto di antibiotico-resistenza. Ma che cos’è? Si tratta di un  fenomeno per cui questi farmaci non riescono a debellare le infezioni batteriche. In questo caso è necessario cambiare tipo di antibiotico, ma ci

La parola del giorno in medicina: ANORESSIA

Anoressìa. [anorexia, eng.] Dal greco anoreksía, der. di óreksis “appetito”. L’anoressia, con la bulimia,  è un Disturbo del Comportamento Alimentare. Chi ne soffre rifiuta il cibo e ha la morbosa paura di ingrassare, per questo cerca ostinatamente e in maniera ossessiva di mantenersi sotto un peso normale e percepito comunque come eccessivo. L’evoluzione della malattia

La parola del giorno in medicina: ANEURISMA

Aneurisma [aneurysm, eng.], dal greco antico ἀνεύρυσμα – aneürüsma, “dilatazione”. L’aneurisma è una dilatazione localizzata e permanente di un’arteria, che per convenzione si intende superiore di almeno una volta e mezzo il suo diametro normale. La sua frequenza è in costante aumento, sia per la diffusione dell’ecografia e delle altre tecniche per immagine che ne

La parola del giorno in medicina: MALARIA

Malaria deriva da una parola italiana medievale “mal aria”, cattiva aria. Si tratta di una malattia causata da parassiti, protozoi del genere Plasmodium (plasmodio), trasmessi all’uomo da zanzare del genere Anopheles, che non risulta essere presente in Italia. La malattia è diffusa prevalentemente nell’Africa Sub-sahariana, in Asia, nell’America Centrale e del Sud. Ogni anno questa

La parola del giorno in medicina: FIBROMIALGIA

fibromialgia [fibromyalgia, eng.] Dal latino fibra (tessuto fibroso) e dal greco myo (muscolo) unito ad algos (dolore). Letteralmente significa “dolore nel tessuto connettivo-muscolare”. L’espressione è stata introdotta nel 1981 da M.B. Yunus, il medico che per primo pubblicò uno studio sulle caratteristiche cliniche. La sindrome fibromialgica è quindi una forma di dolore muscolo-scheletrico diffuso e di affaticamento che colpisce circa 2 milioni di