Traduzione e medicina

Le sfide poste dalla traduzione in ambito medico-scientifico sono molteplici e particolarmente complesse. Il traduttore medico deve sapersi destreggiare tra tematiche e tipologie testuali molto diverse tra loro, imparare a discernere e consultare le fonti, acquisire la piena padronanza di un lessico e di un gergo altamente specialistici, ma anche e soprattutto disporre di conoscenze in settori contigui ma specifici e distinti: dalla medicina alla farmacologia, dai regulatory affairs alla statistica e molto altro ancora.

Bastano queste poche considerazioni per cogliere tutta l’importanza della formazione quando si traduce per la medicina, ed è proprio in quest’ottica che si inserisce la mini‑serie di webinar AITI dedicati alla traduzione medica.
A partire dal 29 settembre 2017 quattro appuntamenti per parlare,  dal punto di vista del traduttore specializzato, di:

  • studi clinici;
  • linguaggio della medicina;
  • diagnostica per immagini ed esami strumentali;
  • medical writing.

Pensati come “pillole” formative indipendenti, i webinar sono organizzati da AITI Emilia-Romagna e vedono l’intervento di due docenti d’eccezione: Metella Paterlini, traduttrice medica di fama con oltre 25 anni di esperienza all’attivo, e Tiziano Cornegliani, docente universitario e medical writer con la passione per la letteratura.

Maggiori dettagli sono disponibili alla pagina del corso.

Silvia Montanari
Pharma Translated


Che cos’è AITI
AITI (Associazione Italiana Traduttori e Interpreti) è la prima associazione di categoria di traduttori e interpreti professionisti in Italia per anno di fondazione e numero di iscritti.
AITI promuove l’aggiornamento costante dei propri soci attraverso l’organizzazione di numerose iniziative dedicate a livello nazionale e regionale. I soci ordinari AITI sono tenuti a completare un programma di formazione continua obbligatorio, a testimonianza dell’impegno profuso per la diffusione di buone pratiche professionali nel settore della mediazione linguistica.

 


Commenti

Lascia un commento