termini mediciParkinson, morbo (o malattia) di [Parkinson’s disease, eng.]. Prende il nome dal dottor James Parkinson, un medico inglese che nel 1817 pubblicò la prima descrizione dettagliata. È una malattia cronica e progressiva del sistema nervoso centrale, che fa seguito ad alterazioni degenerative a carico in particolare della substantia nigra (una regione del mesencefalo) e del corpo striato, con riduzione del neurotrasmettitore dopamina. I neuroni interessati sono caratterizzati dall’accumulo di una proteina, la alfa-sinucleina, in inclusioni chiamate corpi di Lewy. I classici sintomi sono tremore, ipertono (una rigidità che interessa tutti i muscoli ) e acinesia-bradicinesia (che causa un rallentamento nell’esecuzione dei movimenti volontari). Le cause sono ancora in gran parte sconosciute. Ne soffrono moltissime persone, in Italia se ne stimano 300mila. Moltissimi i personaggi famosi che ne sono stati affetti, a partire da Papa Giovanni Paolo II e dal pugile Muhammad Alì, meglio noto come Cassius Clay. Ne parliamo qui oggi perché si è costituito il Comitato Italiano Associazioni Parkinson (Associazione WeAreParky, Associazione Italiana Giovani Parkinsoniani, Associazione Italiana Parkinson e Parkinson Italia), che promuove una petizione per migliorare la qualità della vita delle persone affette da malattia di Parkinson e dei loro familiari. Bellissimo il loro slogan: “Non siamo più pazienti”.


Commenti

Lascia un commento