termini mediciResiliènza [resiliency, eng.]. Dal latino  resiliensentis, part. pres. di resilire, rimbalzare. È un termine usato in campo psicologico ma preso in prestito dalla metallurgia: la resilienza  è la capacità di un metallo di resistere agli urti senza rompersi. In psicologia  è la capacità che hanno le persone di affrontare le difficoltà, come a dire: “Mi piego ma non mi spezzo”. La malattia, la perdita di una persona cara o del lavoro, sono eventi che sconvolgono la vita di una persona. È la resilienza che permette l’adattamento alle avversità, di riorganizzare in maniera positiva la propria vita pur nelle difficoltà. Generalmente, col tempo, le persone trovano il modo di adattarsi bene a queste nuove e dolorose situazioni. Secondo lo psicologo Pietro Trabucchi la resilienza psicologica è la capacità di persistere nel perseguire obiettivi sfidanti, affrontando in maniera efficace le difficoltà e gli altri eventi negativi che si incontreranno sul cammino. Di resilienza negli ultimi anni se ne parla molto. Il giornalista Alessandro Milan ha fondato in ricordo della moglie Francesca Del Rosso l’associazione “Wondy Sono Io” per promuovere la resilienza in Italia www.wondysonoio.org. Dal 21 agosto al 2 settembre in Sardegna si terrà il Festival della Resilienza, un coraggioso progetto promosso dai giovani dell’associazione ProPositivo di Macomer propositivo.eu.

La parola del giorno in medicina va in vacanza: grazie dell’interesse con il quale ci avete seguito sin qui. Vi diamo appuntamento al 4 settembre. Buona estate a tutti voi!


Commenti

Lascia un commento